Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2013

For your consideration: gli Oscar e altri luoghi impossibili

L'anno scorso mi sono imbattuta in un interessante post di Paola Jacobbi, giornalista di Vanity Fair, sulle varie cantonate degli Oscar verificatesi nel corso degli anni. Ero sconvolta dalla vagonata di statuette vinte da The Artist, film graziosissimo ma sulla cui capacità di passare alla Storia del Cinema nutrivo qualche dubbio: dopo averci lungamente pensato (cosa non si fa per non studiare qualcosa!) ero giunta alla conclusione che l'Academy dovesse avessere un debole per tutto ciò che è antico e/o europeo e/o parli di guerra (praticamente Benigni con il suo La vita è bella infilava tre criteri su tre).
Ora che gli Oscar sono nuovamente alle porte è curioso che manchino dei film che promettono di sbancare, come è successo a The King's Speech nel 2011 e a The Artist nel 2012. O meglio: Lincoln prometterebbe di sbancare se non fosse che Argo di Ben Affleck ha già vinto tutti i non-Oscar e quindi minaccia di essere il primo film a vincere come Best Picture senza che il s…